La New York di Teju Cole

Il libro con cui vi faccio viaggiare è Città aperta di Teju Cole, ecco la sinossi

Nato da madre tedesca e padre nigeriano, formato alla Nigerian Military School di Zaria e trapiantato adolescente negli Stati Uniti, lontano da affetti e radici, il narratore Julius, all'ultimo anno di specializzazione in psichiatria, non appartiene a nessun luogo. Quando comincia a vagare per le strade di New York, nell'autunno del 2006, lo fa con il distacco dell'outsider, la profondità dell'intellettuale e l'agio del flàneur. La migrazione degli uccelli è l'occasione per riflettere sul "miracolo dell'immigrazione in natura", ai cartelli che annunciano la chiusura della catena Tower Records fanno da contraltare le meditazioni sulla musica amata, Mahler in testa, e un acquazzone sulla Cinquantatreesima è causa di una precipitosa ritirata nell'American Folk Art Museum e della conseguente fascinazione per la pittura di John Brewster lì esposta. Di casualità in intenzione, Julius si muove nelle geografie newyorchesi incontrando persone di ogni classe e cultura, vedendo scorci scolpiti o in mutamento, lasciando che ogni impressione si depositi sul fondo della coscienza e da li, come cerchio in uno stagno, si propaghi ad altri cerchi, ad altre impressioni.

Questa invece è una mini guida qualora vi venga voglia di girare per New York con questo romanzo!

La passeggiata di Julius comincia nel quartiere di Morningside Heights, a Manhattan, più precisamente nell’Uptown di Manhattan, lungo la riva occidentale del fiume Hudson. Questo quartiere  confina a sud con l’Upper West Side ed a nord con Harlem, lo attraversano, da nord a sud la Broadway Street, la Riverside Drive e la Amsterdam Avenue

Le attrazioni più interessanti sono:

Saint John the Divine

La Cattedrale di Saint John the Divine è la sede del Vescovo di New York, una cattedrale incompiuta nonostante la costruzione ha avuto inizio nel 1892.

Riverside Church

E’ alta 120 metri è la chiesa più alta degli USA, costruita grazie John D. Rockefeller Jr. è in stile neogotico.

Columbia University

Fondata nel 1754, molto interessante dal punto di vista architettonico, la Low Memorial Library è l’edificio più antico dell’Università.

Morningside Park

E’ il parco del quartiere, confina con Harlem, è molto frequentato dagli abitanti per fare jogging, ci sono un laghetto e una cascata.

General Grant National Memorial

All’interno del Riverside Park si trova mausoleo intitolato al Generale Grant, 18° Presidente degli Stati Uniti. L’edificio principale è in stile classico neogreco ed è realizzato in granito.

American Folk Art Museum, ecco una tappa importante nella narrazione.

L’American Folk Art Museum si trova di fronte al Lincoln Center, a pochi passi da Central Park, nell’Upper West Side ci arriva la linea della metro 1, si scende alla stazione 66 St/Lincoln Center.

Il Museo è sorto nel 1961, è il più importante museo dedicato alla promozione dell’arte popolare tradizionale, la collezione conta circa 7.000 opere a partire dal 1700 fino ai giorni nostri.

Altra tappa importante del girovagare di Julius è la

La Carnegie Hall

Carnegie Hall si trova in Midtown, sotto Central Park.

E’ il posto più famoso dove vengono fatti i concerti a New York, aperto dal 1891 conta più di 46.000 esibizioni, costruita nel 1890 da Andrew Carnegie da cui il nome.

Città aperta di Teju Cole

Traduzione: Gioia Guerzoni

Editore: Einaudi

Anno edizione: 2013

Pagine: 270 p., Brossura € 18,00

Categoria: